Il miele biologico

Dal miele biologico alle golosità, dalla cura del corpo ad un esperienza davvero unica e dalla tradizione millenaria. La nostra apicolura è dedicata a tutti, è per tutti perchè da sempre crediamo nei valori della tradizione e della natura.

Miele

millefiori di Alta montagna

Viene prodotto nei mesi estivi, attraverso l’azione di bottinatura delle api a quote superiori a 1200 m, su una flora molto variegata: rododendro, campanula, lupinella, trifoglio, lampone, timoserpillo, ecc.

Di colore chiaro, giallo dorato con una consistenza abbastanza liquida, ha media tendenza alla cristallizzazione, che gli conferisce un colore tendente al beige. L’abbinamento di una cosi grande varietà floreale conferisce una molteplicità di aromi e fragranze, con un sapore intenso e dalle mille sfumature, caratterizzato da una dolcezza piuttosto marcata. 

Per le sue caratteristiche, è ottimo in abbinamento a tutti i tipi di formaggi, per la preparazione di ricette di cucina, nelle tisane, o gustato sul pane o sulle fette biscottate per una sana colazione.

Leggi di più

Proprietà terapeutiche del miele millefiori di montagna: è un forte immunizzante, efficace nelle malattie respiratori e allergiche. In generale, come azione terapeutica, è considerato il tipo più complesso di miele, incorporando il nettare da decine se non centinaia di specie di erbe e trasmettendo di conseguenza alcune proprietà terapeutiche da ognuna di esse.

LE PIANTE Il miele millefiori di montagna viene prodotto grazie all’azione di bottinatura delle api a quote superiori a 1200 m, su una flora molto variegata: rododendro, campanula, lupinella, trifoglio, lampone, timo serpillo, ecc. La produzione avviene nei mesi estivi, periodo nel quale si manifestano le fioriture anche alle alte quote.

Apicoltura Fossati | millefiori di Alta montagna

BARATTOLO DA
1000 · 500 · 250 g

Miele

Lupinella di montagna

È contraddistinto da una colorazione giallo-ambra molto chiara, quasi bianco, e dalla tendenza a cristallizzare con velocità media. Il profumo è leggero, floreale, ma non intenso. Il sapore è delicato, fruttato. Ideale per utilizzo come dolcificante, o in abbinamento a formaggi a media stagionatura.

La Lupinella di montagna (Onobrychis montana DC.) è una specie a distribuzione europeo-caucasica presente in quasi tutte le regioni dell’Italia centro-settentrionale, nei pascoli aridi montani, ad altitudini variabili tra 1.000 e 2.100 metri.
È una pianta erbacea perenne, alta 20 – 50 cm con fusto eretto

Leggi di più

Proprietà terapeutiche: disintossicante del fegato, proprietà sedative, antisettiche ed emollienti, stimolante dell’attività fisica.

LE PIANTE La Lupinella di montagna (Onobrychis montana DC.) è una specie a distribuzione europeo-caucasica presente in quasi tutte le regioni dell’Italia centro-settentrionale, nei pascoli aridi montani, ad altitudini variabili tra 1.000 e 2.100 metri. E’ una pianta erbacea perenne, alta 20 – 50 cm con fusto eretto e legnoso con rami ascendenti e striati. I fiori sono raccolti in racemi di 10 – 30 elementi di forma piramidale, con lungo peduncolo (5 – 7 cm compresa l’infiorescenza). I petali sono 5, di colore intensamente porporino.

Apicoltura Fossati | Lupinella di montagna

BARATTOLO DA
1000 · 500 · 250 g

Miele

Rododendro

è molto pregiato e ricercato per la purezza degli ambienti incontaminati in cui viene raccolto, e per l’influenza che le severe condizioni climatiche di montagna possono avere sul raccolto; è caratterizzato da una colorazione molto chiara, tendente al giallo paglierino. Ha la tendenza a cristallizzare, assumendo una consistenza cremosa, ed un colore variabile dal bianco avorio al beige.

L’aroma non è particolarmente intenso, richiama il muschio, i frutti di bosco. Il gusto è dolciastro, floreale, fruttato e fresco al palato, con un richiamo ai frutti di bosco. Per la sua caratteristica delicatezza, offre grandi sensazioni abbinato alle carni salate di cervo o sul pane nero e lo speck leggermente affumicato.

Leggi di più

Proprietà terapeutiche: ricostituente, calmante dei centri nervosi, azione contrastante dell’artrite.

LE PIANTE Il Rododendro è una pianta appartenente al genere delle Rhododendron della famiglia delle Ericaceae, originario dell’Eurasia e America. Le specie autoctona spontanea (Rhododrendron hirsutum ) che cresce sull’arco alpino piemontese, ad altitudini comprese tra 1.500 e 2600 m, è caratterizzata da arbusti di foglie sempreverdi, che si sviluppano sino a 1 metro di altezza. La fioritura va da giugno a luglio, a seconda dell’altitudine e delle condizioni climatiche. I fiori di rododendro alpino sono rosa, quasi tendenti al fucsia, ed emanano un profumo intenso, di resina.

Apicoltura Fossati | Miele di Rododendro

BARATTOLO DA
1000 · 500 · 250 g

Miele

Acacia

È contraddistinto da una colorazione giallo-ambra molto chiara, quasi bianco, e dalla tendenza a cristallizzare con velocità media. Il profumo è leggero, floreale, ma non intenso. Il sapore è delicato, fruttato. Ideale per utilizzo come dolcificante, o in abbinamento a formaggi a media stagionatura.

La Lupinella di montagna (Onobrychis montana DC.) è una specie a distribuzione europeo-caucasica presente in quasi tutte le regioni dell’Italia centro-settentrionale, nei pascoli aridi montani, ad altitudini variabili tra 1.000 e 2.100 metri.
È una pianta erbacea perenne, alta 20 – 50 cm con fusto eretto

Leggi di più

Proprietà terapeutiche: ricostituente, calmante dei centri nervosi, azione contrastante dell’artrite.

LE PIANTE L’acacia (nome scientifico Robinia pseudoacacia L.) è una pianta della famiglia delle Fabaceae, dette anche Leguminose, originaria dell’America del Nord e naturalizzata in Europa e in altri continenti. Cresce dalle zone di pianura sino a circa 1000-1200 m di altitudine. La pianta dell’acacia può raggiungere dimensioni importanti (fino anche a 20-25 m di altezza), ed è caratterizzata da tronco e rami leggermente flessuosi; talvolta può assumere una conformazione cespugliosa arbustiva. La fioritura avviene tra la metà di aprile e fine maggio; i fiori sono bianchi, caratterizzati da grappoli penduli, e sono intensamente profumati e ricchi di sostanze zuccherine.

Apicoltura Fossati | Miele di Acacia

BARATTOLO DA
1000 · 500 · 250 g

Miele

Castagno

è contraddistinto da una colorazione scura, tendente al rossastro, quasi ambrato. Ha una consistenza liquida, con bassissima tendenza alla cristallizzazione. L’aroma è intenso, persistente, richiama il legno secco, il tannino. Il sapore è amarognolo, pungente, con fondo tannico. Particolarmente apprezzato da chi non ama i sapori troppo dolci; l’aroma forte lo rende adatto a insaporire, aromatizzare o, eventualmente al consumo tal quale. Ottimo in abbinamento con i formaggi stagionati, oppure per la preparazione degli arrosti, soprattutto di carni forti, a cui dona, usato in giusta quantità, un aroma particolare e discreto.

Leggi di più

Proprietà terapeutiche: favorisce la circolazione sanguigna; antispastico, astringente, disinfettante delle vie urinarie; consigliato per anziani e bambini.

LE PIANTE Il castagno europeo (Castanea sativa), in Italia più comunemente chiamato castagno, è un albero a foglie caduche appartenente alla famiglia delle Fagaceae. Cresce nella fascia che va dai 300 ai 900-1000 m di altitudine. Questa specie è stata largamente coltivata nel secolo scorso, per la produzione del legname e del frutto, che ha rappresentato un’importante risorsa alimentare per le popolazioni rurali degli ambienti forestali montani e nelle zone prealpine. La pianta ha una chioma espansa e rotondeggiante e altezza che può raggiungere i 30 metri. In condizioni normali sviluppa un grosso fusto colonnare, con corteccia di grigio-brunastro, che col tempo tende a screpolarsi longitudinalmente. La fioritura del castagno avviene nel periodo giugno-luglio; i fiori sono costituiti da spighe lunghe 10-20 cm di color giallo-verdastro, emanano un odore acre, forte e intenso.

Apicoltura Fossati | miele di Castagno

BARATTOLO DA
1000 · 500 · 250 g

Miele

Melata d'abete

Il miele prodotto a partire dalla melata d’abete è caratterizzato da un colore scuro, ambrato, particolarmente denso, e con scarsa tendenza alla cristallizzazione. All’odore e al gusto è di intensità media, e in bocca è poco dolce e persistente. L’aroma e il gusto richiamano la resina, l’affumicato, il caramello.
L’utilizzo del miele di melata d’abete è indicato sia come abbinamento a formaggi (sia freschi che stagionati) che per le ricette di cucina, ma è apprezzabile anche gustato così, per coloro che amano i sapori più forti.

Leggi di più

Proprietà terapeutiche: ricco di sostanze benefiche e nutrienti. Sali minerali, manganese, fosforo, zinco, cobalto e zolfo, calcio, magnesio, sodio e potassio, mentre si rivela inoltre un’ottima fonte di ferro. Tra le proprietà più apprezzate del miele di Melata si trova senz’altro l’azione antibiotica. Ottimo antinfiammatorio; energizzante naturale.

LE PIANTE La melata d’abete è una secrezione zuccherina dei parassiti, i quali si nutrono della linfa degli abeti bianchi che popolano le foreste delle montagne delle nostre vallate, in una fascia che va dai 1400 ai 1900 m. La melata è utilizzata dalle api quale fonte zuccherina alternativa al nettare per la produzione del miele. La bottinatura avviene nel periodo compreso tra luglio e settembre.

Apicoltura Fossati | Miele di Melata d'abete

BARATTOLO DA
1000 · 500 · 250 g

Miele

Tarassaco

è caratterizzato da un colore ambrato, con riflessi giallognoli, mentre con la cristallizzazione tende a scurire, divenendo color giallo crema. L’aroma è pungente, penetrante, con essenze ammoniacali e di fieno bagnato. Il sapore ne richiama molto l’aroma forte, rilasciando poi – sciogliendosi – una sensazione di freschezza, delle venature di olii essenziali. Per il suo aroma molto forte e corposo, è particolarmente indicato per l’abbinamento a formaggi di media stagionatura e dal sapore intenso (ad esempio il pecorino).

Leggi di più

Proprietà terapeutiche: effetto diuretico, e l’azione depurativa sui reni, la regolarizzazione dell’attività intestinale.

LE PIANTE Il Tarassaco (nome scientifico Taraxacum officinale, volgarmente chiamato anche “girasole”, o “dente di leone” nell’uso comune) è una pianta erbacea appartenente alla famiglia delle Asteracee. Si tratta di una specie spontanea perenne, di altezza compresa tra 10 e 25 cm, caratterizzata da una radice carnosa e da foglie tipicamente dentate, disposte a rosetta. Il tarassaco è un’erba officinale molto utilizzata per le sue molteplici proprietà curative (diuretiche, depurative, tonificanti). La sua diffusione va dalle zone di pianura, fino alle zone montane (2000 m e oltre). La fioritura avviene in primavera, in un periodo che può andare da marzo a maggio, a seconda dell’altitudine. I fiori sono di un colore giallo intenso, riuniti in capolini, ed hanno la caratteristica di chiudersi al tramonto per poi riaprirsi alle prime luci dell’alba; i frutti del tarassaco formano quei soffioni che tanto divertono i bambini.

Apicoltura Fossati | Miele di Tarassaco

BARATTOLO DA
1000 · 500 · 250 g

Miele

Ciliegio

è un miele molto ricercato e pregiato, la cui produzione è spesso difficile e non scontata, a causa della difficoltà di conseguire una bottinatura monofloreale in una stagione in cui fioriscono anche il tarassaco e altre specie fruttifere. Nelle buone stagioni si ottiene un miele caratteristico, che sprigiona l’aroma e l’essenza di ciliegia, con dei richiami fruttati e di mandorlo. La consistenza è abbastanza liquida, il colore chiaro, paglierino. il sapore è molto fruttato ed aromatico, inconfondibile. Per l’elevato contenuto energetico è particolarmente indicato per gli sportivi. Ottimo da gustare così, spalmato sulle fette biscottate per una golosa colazione, oppure anche per dolcificare yogurt, bevande e tisane, o come sostitutivo dello zucchero in ricette di cucina.

Leggi di più

Proprietà terapeutiche: è un ottimo disintossicante e drenante, aiuta ad eliminare le scorie facilitando il lavoro dei reni, regola l’intestino ed è diuretico.

LE PIANTE Il ciliegio selvatico (nome scientifico Prunus avium) è un albero originario dell’Asia minore, appartenente alla famiglia delle Rosacee; è presente naturalmente dalle zone altocollinari sino a quelle montuose, talvolta al confine della zona tipica delle latifoglie (1500-1600 m). Può raggiungere altezze fino a 25 m, ed è caratterizzato da rami molto lunghi sviluppati verso l’alto. La fioritura avviene generalmente nei mesi di aprile-maggio (a seconda dell’altitudine). I fiori del ciliegio selvatico precedono di poco l’emissione delle foglie che crescono mentre questi ancora persistono sui rami. Di colore bianco, peduncolati, sono raccolti in numero da due a otto ombrelle rade che accrescono l’effetto visivo a “nuvola.

Apicoltura Fossati | Miele di Ciliegio

BARATTOLO DA
1000 · 500 · 250 g

Miele

Tiglio

ha un colore che va da ambra chiaro ad ambra con riflessi giallo-verdi; quando cristallizza assume una colorazione che va dall’avorio al beige. Il sapore è persistente, fresco, richiama la menta, le erbe balsamiche. Molto indicato come abbinamento ai piatti cucinati con salvia o alla frutta cotta al forno; particolarmente indicato per dolcificare gli infusi e i liquori di erbe montane. Ottimo anche come accompagnamento ai formaggi stagionati.

Leggi di più

Proprietà terapeutiche: ha un effetto antispasmodico e agisce sul sistema nervoso come calmante, è consigliato per combattere l’insonnia e gli stati d’ansia, ha proprietà epatoprotettrici.

LE PIANTE Il tiglio selvatico (nome scientifico Tilia Cordata L) appartiene alla famiglia Tiliaceae. L’albero di tiglio selvatico, che si contraddistingue dal tiglio comune per la dimensione ridotta delle foglie (lunghezza di 4-7 cm) e per la forma asimmetricamente cuoriforme, spazia dalle zone umide pianeggianti, fino ad altitudini di 1200 m. E’ caratterizzato da una chioma arrotondata, e può raggiungere altezze di 25-30 m. La fioritura avviene nel mese di giugno; i fiori sono di colore giallognolo, raggruppati in penduli, e caratterizzati da profumo molto intenso.

Apicoltura Fossati | Miele di Tiglio

BARATTOLO DA
1000 · 500 · 250 g